IBAN e pagamenti informatici

Sezione relativa a IBAN e pagamenti informatici, come indicato all'art. 36 del d.lgs. 33/2013 (testo in vigore dal 23-06-2016) e all'Art. 5 c.1, d.lgs. n. 82/2005

La Pubblica Amministrazione, e i gestori di pubblici servizi nei rapporti con l'utenza sono tenuti a far data dal 1° giugno 2013 ad accettare i pagamenti ad essi spettanti, a qualsiasi titolo dovuti, anche con l'uso delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione. A tal fine sono tenuti a pubblicare nei propri siti istituzionali e a specificare nelle richieste di pagamento:

1) i codici IBAN identificativi del conto di pagamento, ovvero dell'imputazione del versamento in Tesoreria, di cui all'articolo 3 del decreto del Ministro dell'economia e delle finanze 9 ottobre 2006, n. 293, tramite i quali i soggetti versanti possono effettuare i pagamenti mediante bonifico bancario o postale, ovvero gli identificativi del conto corrente postale sul quale i soggetti versanti possono effettuare i pagamenti mediante bollettino postale;

2) i codici identificativi del pagamento da indicare obbligatoriamente per il versamento.

Tali dati sono reperibili al seguente allegato  

 

Aderente alla Piattaforma PAGOPA dal 26/09/2018 (delibera di giunta nr 290/2018) sulla base di quanto disposto dalla Delibera Anac n. 77 del 16 febbraio 2022

Ultimo aggiornamento: 10/03/2024